back to decameron web        
character search place search word search italian text back to the texts home page  

[back]

Quinta Giornata, Novella Decima

[026]Avvenne che, dovendo una sera andare a cena il marito con un suo amico, il quale aveva nome Ercolano, la giovane impose alla vecchia che facesse venire a lei un garzone, che era de' piú belli e de' piú piacevoli di Perugia; la quale prestamente cosí fece. [027] E essendosi la donna col giovane posti a tavola per cenare, e ecco Pietro chiamò all'uscio che aperto gli fosse. [028] La donna, questo sentendo, si tenne morta; ma pur volendo, se potuto avesse, celare il giovane, non avendo accorgimento di mandarlo o di farlo nascondere in altra parte, essendo una sua loggetta vicina alla camera nella quale cenavano, sotto una cesta da polli, che v'era il fece ricoverare e gittovvi suso un pannaccio d'un saccone che aveva fatto il dí votare; e questo fatto, prestamente fece aprire al marito.