back to decameron web        
character search place search word search italian text back to the texts home page  

[back]

Quarta Giornata, Novella Sesta

[040] Messer Negro, che antico era oramai e uomo di natura benigno e amorevole, queste parole udendo cominciò a piagnere, e piagnendo levò la figliuola teneramente in piè, e disse: "Figliuola mia, io avrei avuto molto caro che tu avessi avuto tal marito quale a te secondo il parer mio si convenia; e se tu l'avevi tal preso quale egli ti piacea, questo doveva anche a me piacere; ma l'averlo occultato della tua poca fidanza mi fa dolere, e piú ancora vedendotel prima aver perduto che io l'abbia saputo. [041]Ma pur, poi che cosí è, quello che io per contentarti, vivendo egli, volentieri gli avrei fatto, cioè onore sí come a mio genero, facciaglisi alla morte"; e volto a' figliuoli e a' suo' parenti, comandò loro che le esequie s'apparecchiassero a Gabriotto grandi e onorevoli.