back to decameron web        
character search place search word search italian text back to the texts home page  

[back]

Terza Giornata, Novella Settima

[066]A cui Tedaldo disse: "Madonna, non dubitate, io sono il vostro Tedaldo vivo e sano, e mai né mori' né fui morto, che che voi e i miei fratelli si credano."